Etichetta energetica

Le classi di consumo e l’etichetta energetica

In questo articolo ti parlerò dell’etichetta energetica.

Ti spiegherò di che si tratta e a cosa serve e cosa ci dice la nuova etichetta energetica.

Iniziamo subito!

Annunci

Cosa sono e a cosa servono le classi di consumo

Servono a conoscere l’efficienza e il consumo energetico di un elettrodomestico o di un apparecchio elettronico.

Per fare ciò, sono state create delle classi di efficienza energetica attraverso delle etichette che riportano:

  • i dati identificativi del produttore
  • i dati del modello dell’apparecchio
  • il consumo elettrico annuo in chilowattora
  • la capacità o la rumorosità
  • ed altri dati che variano in base al tipo di elettrodomestico.

In altre parole, sono state create delle suddivisioni per gli elettrodomestici e per i dispositivi elettronici ad uso domestico.

Alcuni esempi: Lavatrici, Frigoriferi, Lavastoviglie, Congelatori, Caldaie, Condizionatori, Stufe, Cantinette, Televisori, ecc.

Queste etichette certificano la classe di appartenenza e sono obbligatorie per gli elettrodomestici venduti all’interno dell’Unione Europea.

Annunci

Cosa sono queste etichette?

Lo scopo è quello di invogliare noi consumatori a scegliere prodotti sempre più performanti, che consumano meno acqua, meno energia e con enormi vantaggi anche per l’ambiente.

Una chiara descrizione, attraverso l’uso di queste etichette, “costringe” i produttori ad aumentare l’efficienza energetica degli apparecchi e invoglia noi consumatori a comprare quelli che consumano meno.

La classe energetica è assegnata ad un prodotto in base a dei test effettuati su ogni modello.

Le classi energetiche sono rappresentate sull’etichetta energetica da una scala composta da 7 segmenti colorati.

Il verde (in alto) indica l’efficienza migliore, fino al rosso (in basso) che, invece, indica la minor efficienza.

Nel mentre si utilizzano delle lettere per indicare il livello di efficienza.

Prima del 2021, insieme ai 7 segmenti colorati, veniva utilizzata una scala con delle lettere dalla A alla D per indicare il livello di efficienza.

Classi di consumo e etichetta energetica

Successivamente sono subentrati nuovi livelli: A+, A++, A+++.

Con A+++ era indicata la miglior efficienza energetica, mentre con la D la minore efficienza energetica di un elettrodomestico.

Con il progresso tecnologico e con apparecchi sempre più performanti, questi valori sono stati rivisti e modificati.

Annunci

Le nuove etichette energetiche

Da Marzo 2021 sono entrate in vigore le nuove etichette energetiche previste dall’Unione Europea.

Le nuove etichette, sostanzialmente, prevedono l’eliminazione del simbolo +.

Vedremo solo lettere dalla A alla G e nuovi metodi per misurare il consumo energetico e per determinare la classe dell’etichetta.

Nuova etichetta energetica prevista dall'unione europea

Su ogni etichetta troveremo anche un codice QR, che scannerizzato con uno Smartphone, ci darà informazioni aggiuntive sul prodotto.

Tutte queste informazioni sono inserite dai produttori in una banca dati.

Questo significa che possiamo risalire a diverse informazioni interessanti su un prodotto, come ad esempio:

– il consumo di energia elettrica;

– la quantità d’acqua, la rumorosità;

– l’impatto ambientale;

– ed altro ancora.

Classi di consumo - vecchia e nuova codifica
Vecchia e nuova codifica a confronto

Con la nuova classificazione, un apparecchio, prima classificato come classe A++, potrebbe corrispondere ad una nuova classe E.

Annunci

Cosa ci dice la nuova etichetta energetica

Tutto questo per aiutare noi consumatori a scegliere l’elettrodomestico più efficiente.

Annunci
error: Contenuto Protetto!